Sul mio profilo personale ho già scritto un mio pensiero in merito alla follia che sta dilagando nel nostro paese a proposito della “maledizione mandata dagli dei” (https://www.facebook.com/mario.turademarco/posts/3206741229371662).
In questa sede, però, voglio prendere in esame alcuni aspetti di questa situazione per evidenziare i PUNTI A TUO FAVORE, che come i miei Clienti, svolgi l’attività di amministratore di condominio.

Probabilmente anche nel tuo Studio state ricevendo telefonate (dubito visite 🤪) di gente che, essendo a casa, vi chiama per rompere le scatole (un sacco di negozianti vorrebbero averle queste chiamate, te lo garantisco).

Immagino anche il disagio di rimettere in discussione tutto ciò che era stato pianificato e programmato, come, per esempio, le assemblee di condominio.

Ora, però, voglio farti focalizzare SOLO sugli ASPETTI POSITIVI, PER AIUTARTI AD OTTIMIZZARE LA “GESTIONE DEL TEMPO” E ORGANIZZARE IL TUO STUDIO.
Gestione del tempo

Parto dal vantaggio che gli amministratori hanno di NON DOVER VENDERE NULLA quotidianamente; una volta acquisito il mandato puoi prenderti i dindini quando vuoi e rimani in carica per un anno (o due se applichi il 1+1).

Ci sono aziende che chiuderanno i battenti per sempre per via di questa situazione. Sappilo.

Le OPPORTUNITA’ DI LAVORO per voi amministratori rimangono sempre attive, rallentano e basta; i lavori straordinari, laddove siano stati sospesi, riprenderanno e voi non ci rimetterete un centesimo.

Il fatto che POSSIATE RIMANDARE LE ASSEMBLEE vi pone in una situazione di vantaggio importante.
Vedo te, perennemente in ritardo su tutto, attribuire la responsabilità della mancata chiusura del rendiconto 2010/2011, a febbraio 2020, al “Kattifone KoronaViruz”. Non è colpa tua, tu stavi recuperando questi 10 anni di ritardo, ma ci si è messo lui di mezzo 😉 .

Sono anni che invito gli amministratori a CHIUDERE TEMPORANEAMENTE i propri Studi per recuperare gli arretrati. Oggi lo si può fare “per Legge”.
Chiudere lo Studio con la scusa del “Kattifone KoronaViruz” verrà visto dai vostri condomini come una cosa necessaria e voi, se sarete furbi e veloci, approfitterete di questo periodo di “tregua”, per fare ciò che non siete riusciti a fare negli ultimi 23 anni.

Lavoro

Se sei a pari con i versamenti dei condomini, gli interventi, le chiusure contabili, le riconciliazioni bancarie, ecc… puoi aprire un nuovo scenario per valutare IL TUO POSIZIONAMENTO, LA TUA IMMAGINE/BRAND E LA TUA PRESENZA ONLINE.

E’ arrivato il momento di differenziarsi e, mentre tutti gli altri sono chini sui computer a chiudere rendiconti, tu puoi valutare un cambiamento radicale di ciò che il tuo Studio rappresenta nel panorama delle amministrazioni condominiali sul territorio.

Avere dipendenti con 123 ANNI DI FERIE E PERMESSI da recuperare non è proprio il massimo. Forse, sempre che non siano oberati di lavoro, E’ ARRIVATO IL MOMENTO DI PORTARLI IN DIMINUZIONE.
Non vorrai mica pagarli con moneta sonante tutti questi giorni non ancora goduti, vero?

FARE I CONTI DEL PROPRIO STUDIO non è mai stato uno sport praticato dagli amministratori di condominio.
Presi come sono con i preventivi dei condominii amministrati, si dimenticano DI REDIGERE IL PREVENTIVO DEL PROPRIO STUDIO, con tutte le voci suddivise per centri di costo e di ricavo.

Sappi che avere SOTTO CONTROLLO I NUMERI ti mette al riparo anche dal “Kattifone KoronaViruz”. 

FORMARE I TUOI DIPENDENTI non è mai abbastanza.
Puoi cogliere anche questa opportunità per far evolvere il tuo staff; non capita spesso di avere la possibilità di isolarsi e di allineare competenze, visione e operatività. E’ il tuo momento, approfittane!

STRATEGIA, quella sconosciuta.
I momenti in cui riesci a staccare sono molto preziosi soprattutto perché riesci, a mente libera, a immaginare, pensare, pianificare e programmare ciò che “farai da grande”. E’ il momento in cui si forma la strategia che adotterai per competere con gli altri amministratori della tua zona. Che ne dici di approfittarne proprio adesso?

PRENDERSI QUALCHE GIORNO da passare in famiglia, con i figli a casa da scuola, in totale assenza di festività e/o ferie, è uno strappo alla regola che, se sei fortunato, ti capita una volta nella vita.

Ricordo ancora, come fosse ora, la nevicata del 1985, dove in quattro giorni e tre notti a Milano caddero ben 90 centimetri di neve paralizzando la città. E’ stato meraviglioso rintanarsi a casa qualche giorno ad oziare (ovviamente dopo aver giocato a palle di neve).

Nevicata 1985

Insomma, hai capito che non tutti i mali vengono per nuocere.
Certo, i posteri rideranno di noi per secoli pensando a tutto il casino che siamo stati capaci di creare per un’influenza leggermente più virulenta di quella stagionale, ma tu fregatene e goditi il momento perché passerà in fretta.
Brindo all’influenza che influenzerà l’organizzazione e l’ottimizzazione del tuo Studio …. Almeno spero.
– Mario Tura De Marco
Scrivi qui un commento

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>