Ore 9:28, si spengono le luci ed il brusio in sala si placa immediatamente.

Aspettavamo da tanto tempo quel fatidico momento; io, il mio staff e, soprattutto, gli amministratori di condominio ammessi al percorso Evolution; eravamo eccitati come dei bambini intenti a scartare i regali di Natale mentre, sul mega schermo della sala Cesare, le immagini, accompagnate da una musica incalzante, prendevano forma e restituivano un’atmosfera magica.

E’ iniziato così il percorso Evolution.

Era da cinque mesi che continuavo ad immaginare come sarebbe stato quel momento e, seppure io faccia il formatore da ben 12 anni, ad ogni nuovo lancio mi emoziono sempre come fosse il mio primo corso.

Tutto è cominciato con Revolution, il corso realizzato a Rimini il 30 e 31 ottobre 2017 e che ha visto la partecipazione di oltre 170 amministratori di condominio; due giorni Super Speciali improntati sulla necessità di rivoluzionare il modo di amministrare i condominii in Italia grazie a strumenti, strategia, innovazione e tecnologia dirompente.

Le rivoluzioni sono vitali per l’umanità, ma non servirebbero a nulla se, dopo la messa in discussione dello status quo, non si instaurasse un conseguente processo evolutivo ben indirizzato.

Evolution è, per l’appunto, la conseguenza di Revolution; prima si rivoluziona e poi si evolve.

Cosa potevo fare per rendere unico questo percorso che avevo in mente da anni e che mi ha richiesto ben oltre un anno di preparazione?

Il primo problema da affrontare era legato alle persone; da sempre penso che molti sono quelli capaci di distruggere, mentre pochissimi quelli vogliosi e capaci di costruire. Io ho bisogno di questi ultimi.

Trattandosi di una proposta formativa aperta a tutti e non di un’ammissione universitaria a numero chiuso, come avrei potuto scegliere le persone adatte ad accogliere il potente cambiamento che propongo in Evolution?

Il mio prezioso staff ed io abbiamo deciso di accettare l’iscrizione al percorso da parte di chiunque, ma di condizionare l’ammissione degli iscritti al superamento di un test di ammissione composto da 67 domande di varia natura.

Su 103 candidati solo 47 sono riusciti ad essere ammessi al percorso.

Ad onor del vero 17 persone si sono ritirate per i più svariati motivi prima dell’inizio del percorso, ma dei rimanenti 86 iscritti solo la metà ce l’ha fatta e, mentre sto scrivendo questo post, nel gruppo chiuso “Evolution – Amministratore Evoluto™ ” (non chiedere di iscriverti perché possono farne parte solo i corsisti di Evolution presenti e futuri) gli “Evolutionari” stanno lavorando alacremente per realizzare il proprio Modello di Business personalizzato ed immediatamente applicabile al proprio Studio di amministrazioni condominiali.

Stiamo fornendo strumenti, strategie e materiale pratico mentre loro si stanno confrontando, stanno condividendo il proprio materiale prezioso e lo stanno facendo senza alcuna preoccupazione, perché hanno ben compreso che, pur avendo accesso tutti agli stessi strumenti, ognuno realizzerà un proprio progetto realmente attuabile e, soprattutto, unico.

Sono partito con le idee chiare su come e su dove condurre il gruppo; ho lavorato duramente con il mio staff per organizzare le tappe del percorso, produrre materiale formativo, produrre video, elaborare modelli di esempio; ero e sono conscio di cosa necessita l’amministratore di condominio contemporaneo, ma, lo confesso, non mi aspettavo di incontrare così tanta voglia di mettersi in gioco, di apprendere, di condividere, di lavorare sodo.

Sono rimasto letteralmente spiazzato proprio dai partecipanti che, senza trovare alibi e giustificazioni, hanno iniziato a lavorare da subito apportando maggior valore al percorso.

Ti accorgi che stai toccando le giuste corde quando, al posto di una classica stretta di mano, uno dei corsisti più ermetici ti viene incontro con gli occhi lucidi e ti abbraccia calorosamente al termine della prima tappa di San Marino.

Non avevo mai visto Daniele sotto quella luce e sono bastati quei dieci secondi per rivelarmi la sua vera natura, la speranza di crescita e di miglioramento che pone in questo percorso ed ho compreso che Evolution non apre solo la mente alle persone.

Sono doppiamente felice perché, mentre nella veste di formatore apprezzo i miglioramenti fatti dagli amministratori in ambito tecnico, quando vesto i panni di coach sono molto più affascinato dal potenziale che le persone hanno ma che, quasi sempre, rimane inespresso.

In Evolution ho creato la possibilità di incidere in maniera significativa su entrambe le sfere, quella umana e quella professionale.

Al termine di questo percorso (siamo sicuri che ci sarà un termine ☺ ) ogni corsista tornerà a casa con il risultato di un profondo lavoro trasformazionale fatto su sé stesso e sul proprio Studio. Basta chiacchiere!

Evolution è quello che è sempre mancato nel mondo del condominio in Italia.

Termino qui per tornare a dedicarmi al 100%  agli “Evolutionari”; c’è da terminare l’organizzazione della prossima tappa che si svolgerà ad Alicante i prossimi 20 e 21 aprile.

Sarà una sessione speciale nella quale avremo, come ospiti, i più importanti amministratori di condominio spagnoli provenienti da Madrid, Barcellona, Oviedo e, ovviamente, Alicante; sarà una sessione carica di energia ed emozioni che faranno da cornice agli innumerevoli contenuti che verranno trattati da Pepe, Maurizio, Jessica (in arte DottaJ) e dal sottoscritto.

In molti mi hanno chiesto di come si possa prendere parte ad Evolution e, quindi, utilizzo questo canale di massa per raccontarlo a tutti quelli che fossero interessati.

La prima cosa da fare è partecipare al prossimo corso Revolution che terremo a San Marino il 2 e il 3 novembre 2018; se vuoi puoi accaparrarti il posto tramite la Lista d’attesa raggiungibile alla pagina http://www.amministratoreevoluto.com/lista-attesa-revolution-2018/  (l’hotel prescelto è grande, ma i posti disponibili non sono infiniti).

In quell’occasione potrai, come hanno fatto gli altri, effettuare la tua iscrizione al percorso Evolution, ma ….. Bhé, ormai lo sai come funziona.

Spero di incontrarti a San Marino il 2 e il 3 di novembre 2018.

Ad maiora!

Mario

 

Scrivi qui un commento

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>